La Nuova Sardegna

Il caso

Riecco i vasetti di polpa di riccio di mare in Sardegna (in vendita sui social)

Riecco i vasetti di polpa di riccio di mare in Sardegna (in vendita sui social)

Il Gruppo di intervento giuridico ha segnalato il fatto al Corpo forestale

06 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari “Vendesi polpa di ricci, per info contattatemi in privato”. È soltanto degli annunci che negli ultimi giorni stanno circolando online, in particolare su alcuni gruppi social sardi del Cagliaritano. E la cosa non è passata inosservata. 

La notizia è infatti arrivata anche all’orecchio dell’associazione ecologista Gruppo d’intervento giuridico (GrIG) ha ricevuto una segnalazione da parte di una cittadina piuttosto preoccupata e ha provveduto ieri, 5 gennaio, a denunciare il fatto al Corpo forestale. A far rizzare le antenne al Grig il fatto che non ci sia «nessuna certezza sulla liceità della pesca, nessuna informazione sulla tracciabilità, nessuna disponibilità di documentazione igienico-sanitaria».

Già nei mesi di febbraio e nell’aprile 2023 il GrIG aveva provveduto a effettuare segnalazioni analoghe. Secondo l’associazione queste vendite online non sono altro che «una ulteriore conseguenza della scandalosa disposizione approvata dal consiglio regionale sardo che ha riaperto la pesca nonostante il gravissimo rischio di estinzione nei mari isolani che corre il riccio di mare».

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative