La Nuova Sardegna

Il post

Mario Becciu difende la sua famiglia sui social: «Tonino non si è appropriato di un solo euro, il Tg1 fa disinformazione»

di Salvatore Santoni
Mario Becciu difende la sua famiglia sui social: «Tonino non si è appropriato di un solo euro, il Tg1 fa disinformazione»

Il fratello del cardinale Angelo e di Antonino, quest’ultimo indagato nell’inchiesta della Procura di Sassari, ha commentato la vicenda in un post su facebook

13 marzo 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Mario Becciu, fratello del cardinale Angelo e di Antonino – quest’ultimo indagato dalla Procura di Sassari insieme ad altre 8 persone, tra cui il vescovo di Ozieri, Corrado Melis – difende l’operato della sua famiglia attraverso un post su facebook.

«La Spes non è di Tonino Becciu – si legge nel post –. È una cooperativa di tipo B. Istituita dal Vescovo di Ozieri Sanguinetttti come “braccio operativo della Caritas’. Così come si evince dallo Statuto. Per la legge italiana il rappresentante legale non è il proprietario e gli utili non possono essere divisi tra i soci. Nel caso di fallimento, i soci hanno diritto al recupero della quota soci che nel caso in questione ammonta ad €25,00. Tonino è proprietario di ben 25,00 euro. Dalle indagini risulta che Tonino non si è appropriato di un solo euro. Tutti i soldi sono andati alla cooperativa per sostenere gli svantaggiati del territorio. Risulta, però, che è il fratello del Card. Becciu. Il Vescovo di Ozieri mons Melis ha testimoniato nel processo in Vaticano a favore del Cardinale smentendo tutte le accuse nei confronti di quest’ultimo. Il TG1 fa disinformazione. Aspettiamo fiduciosi il confronto con i giudici che nello Stato italiano equiparano l’accusa alla difesa».

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative