Start cup: trionfano web, agroalimentare e turismo

Idee di impresa: il primo posto va al progetto sul motore di ricerca “Spime” Sul podio anche lo zafferano liofilizzato e la piattaforma digitale “Escursì”

SASSARI. Un motore di ricerca che aggrega i risultati in maniera spazio-temporale e restituisce agli utenti dettagliate infografiche, in pochi clic del mouse. Si chiama “Code name: Spime”, ed è il progetto che ha vinto la finale sassarese della Start cup Sardegna 2016, manifestazione organizzata dagli uffici per il Trasferimento tecnologico delle Università di Sassari e Cagliari. Spime, acronimo di Space e Time, è stato ideato da un gruppo di giovani trascinati dai sassaresi Roberto Marras e Alberto Secondi, ai quali si sono uniti Marta Marcia, Omar Dahmani, Giuseppe Moro, Manlio Longinotti e Giovanni Ortu. Un team che ha sbaragliato le altre dodici idee in concorso alla finale locale della IX edizione della Start Cup Sardegna. Sul podio dietro Spime sono saliti altri due progetti che hanno conquistato l’attenzione e la fiducia della giuria. Al secondo posto si è classificata la start-up “Nurkara”, attività imprenditoriale sostenibile che, partendo dalla campagne di Villanova Monteleone e passando per i laboratori del Cnr, produce zafferano liofilizzato ottimizzando al massimo l’intera filiera produttiva di una delle spezie più pregiate e apprezzate al mondo. Il team di Nurkara, che si propone di stabilire un protocollo standard di produzione e di estendere le applicazioni tecnologiche testate sullo zafferano anche ad altri prodotti biologici liofilizzati, è composto da Giovanni Arru, Guy D’hallewin, Paola Di Bella, Federico Garau, Antonio Masala, Leonardo Sechi. Al terzo posto nella graduatoria delle start-up sassaresi si è classificata l’idea “Escursì - The best outdoor Experience”. Si tratta di una piattaforma digitale che strizzando l’occhio alla formula dei social network si rivolge agli amanti della natura e delle escursioni all’aperto e nei luoghi più remoti della Sardegna. Escursì, che è già attivo sul web, raggruppa tutte le offerte turistiche rivolte agli escursionisti e mette a disposizione della clientela una dettagliata descrizione delle offerte proposte dalle aziende inserzioniste. È la prima piattaforma del genere che viene creata in Sardegna, e pur rivolgendosi a un turismo di nicchia, rappresenta uno strumento importante per il settore, come testimoniano i quaranta partner che hanno aderito al progetto in appena tre mesi. Escursì è stata creata da Enrico Di Crosta, Marco Medda e Andrea Morra. Ai tre team saliti sul podio è stato assegnato un premio di duemila euro, offerti dal Comune di Sassari. La giuria ha selezionato altre due start-up: “MooVet”, di Valentina Sanna e Silvia Sanna, un’applicazione gratuita destinata ai proprietari di animali da compagnia per aiutarli a prendersi cura del loro animale e ai veterinari; “Greta Tulipani”, di Paola Cossu, Emanuela Mura, una linea di abbigliamento femminile che unisce il design italiano con la sartoria e i tessuti tipici del continente africano seguendo un modello di impresa sostenibile e solidale. I cinque progetti precederanno con la formulazione di un business plan e parteciperanno alla sfida regionale con le start-up selezionate dall’Università di Cagliari.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes