Sorso città d’Olio e dintorni

Cinque giorni dedicati all’olivicoltura con mostra, camminata e consegna della bandiera

SORSO. É stata presentata ieri e andrà avanti fino al 24 ottobre l’edizione autunnale della rassegna “D’Olio e dintorni”. Cinque giornate dedicate a una delle risorse più preziose del territorio, per celebrare, valorizzare e promuovere una tradizione millenaria e la passione, l’impegno e la competenza degli agricoltori che nel tempo hanno portato questa coltivazione e le sue produzioni ai massimi livelli.

La manifestazione è stata presentata al Palazzo Baronale dall’assessore al Turismo e Attività produttive Marco Greco insieme con la presidente dell’Assolisa Maria Pina Casula e la titolare del Frantoio Uggias, Giorgia Uggias.

Tanti gli appuntamenti di questa tappa autunnale tra cui due corsi di degustazione dell’olio, la cerimonia di consegna della bandiera della “Città dell’Olio” al Comune di Sorso, l’inaugurazione della mostra del contest fotografico Terra D’olio e la premiazione dei vincitori, per chiudere domenica 24 ottobre con la Camminata tra gli olivi, evento nazionale giunto alla sua quinta edizione.

«Una iniziativa che si inserisce appieno negli obiettivi che l’amministrazione comunale sta perseguendo con grande impegno per la promozione del tessuto produttivo locale avviando un nuovo percorso importante sull’olio – ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive e al Turismo, Marco Greco –. Sul territorio di Sorso si estendono oltre 1500 ettari di uliveto che rappresentano una delle realtà olivicole tra le più importanti in Sardegna. Da qui il ragionamento che permea tutta la programmazione del settore delle attività produttive e che fa particolare riferimento alla creazione di partenariati, di reti e alla collaborazione con le associazioni e con i produttori del territorio. Da questi presupposti sono nati il protocollo d’intesa firmato lo scorso marzo con Assolisa e l’organizzazione di diverse iniziative tematiche. Crediamo che questo sia lo spirito più adatto e premiante nel contesto nazionale e internazionale in cui ci troviamo, nel quale il ruolo dell’amministrazione è anche quello di stimolare il tessuto produttivo avvalendosi delle risorse e delle idee che questo esprime, finalizzando ogni iniziativa alla crescita del territorio come entità centrale e tematica dello sviluppo». «È necessario promuovere la cultura della qualità – ha aggiunto Maria Pina Casula, presidente regionale dell’Organizzazione Produttori Assolisa – sia tra i produttori sia tra i consumatori, e a questo stiamo lavorando da tempo. Tanta strada è stata fatta ma ancora tanta è da percorrere, in un territorio ricchissimo come la nostra isola. Siamo convinti che per questo siano fondamentali la cooperazione fra produttori e la collaborazione con le amministrazioni che governano i nostri territori e in quest’ottica, ormai da anni, con l’amministrazione comunale di Sorso abbiamo dato vita a importanti iniziative e ha tracciato la strada perché lo sviluppo della cultura dell’olio diventi un impegno costante».

«Siamo molto orgogliosi di partecipare a questo evento - ha detto Giorgia Uggias – . Già nel 2019 abbiamo visto una grande partecipazione e soprattutto abbiamo visto da parte dei produttori una grande voglia di far bene e migliorare qualitativamente le produzioni. È importante far conoscere la nostra realtà territoriale e le caratteristiche che rendono uniche le nostre produzioni, sia nell’aspetto qualitativo sia in quello degustativo. Nel corso di questa settimana di iniziative tutto questo si potrà scoprire, in particolare attraverso la Camminata tra gli olivi e durante i due corsi di degustazione degli olii locali».

Primo appuntamento domani, al Palazzo Baronale in via Convento, alle 17 con il corso di introduzione all’assaggio dell’olio. Info e prenotazioni alla mail assolisa@aipo.it | infopoint.turismo@comume.sorso.ss.it | 079 3391233. (r.cr.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes