La Nuova Sardegna

Sassari

Sanità

Sassari, l’Aou in prima linea per la sensibilizzazione alla donazione di organi e tessuti

Sassari, l’Aou in prima linea per la sensibilizzazione alla donazione di organi e tessuti

“Donare è una scelta naturale” è il progetto rivolto alle scuole secondarie di 2° grado, portato avanti dal Coordinamento ospedaliero procurement (Cop) dell’Azienda ospedaliero universiariua. Il primo incontro nelle scuole previsto per domani al liceo Canopoleno

08 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari L’Aou di Sassari in prima linea per la sensibilizzazione alla donazione di organi e tessuti “Donare è una scelta naturale” è il progetto rivolto alle scuole secondarie di 2° grado, portato avanti dal Coordinamento ospedaliero procurement (Cop) dell’Aou di Sassari. Il primo incontro nelle scuole previsto per domani, venerdì 9 febbraio, al liceo Canopoleno Sassari 8 febbraio 2024 – Un gesto che può cambiare la vita di molte persone. La donazione di organi e tessuti è un atto di altruismo che può fare la differenza tra la vita e la morte per molte persone in attesa di un trapianto.

“Donare è una scelta naturale” è il progetto, rivolto alle quarte e quinte classi delle scuole superiori di 2° grado di Sassari, portato avanti dal coordinamento ospedaliero procurement (Cop) dell’Aou di Sassari e ha come finalità quella di promuovere e costruire la cultura del dono di organi e tessuti. Il Coordinamento si trova all’ospedale Santissima Annunziata ed è costituito Paola Murgia, coordinatrice locale delle donazioni di organi e da due infermieri, Salvatore Camboni e Michele Podda.

«Il Coordinamento ha come compito fondamentale quello di svolgere attività di informazione in materia di donazione e trapianti di organi e il progetto rivolto alle scuole va in questa direzione – ha affermato Paola Murgia, dottoressa rianimatrice dell’Aou e responsabile del Cop – Il cop ha la funzione di coordinare l'attività ospedaliera di donazione e prelievo di organi e tessuti a scopo di trapianto terapeutico. Ha un ruolo di governo clinico dei processi donativi e di coordinazione della fase operativa degli eventi.

Il personale del Cop opera in stretto contatto con il Centro regionale trapianti e ogni percorso donativo è trasversale e coinvolge contemporaneamente più figure professionali aziendali che operano in diverse unità operative». Il progetto partirà con gli studenti del Canopoleno, proseguirà poi al liceo Azuni e al liceo scientifico Marconi ma stanno aderendo anche altre scuole cittadine. Si articola in due incontri della durata di 2 ore ciascuno.

Durante il primo incontro, un'equipe composta da diversi medici specialisti discuterà insieme agli studenti le tematiche della donazione e del trapianto di organi. L' incontro sarà preceduto dalla somministrazione di un questionario anonimo mirato a valutare il grado di conoscenza e gli atteggiamenti dei ragazzi nei confronti di questa problematica.

«Abbiamo realizzato una brochure che ha avuto il patrocinio del Centro regionale trapianti e del Centro nazionale trapianti che descrive le nostre attività e che sarà distribuita nelle scuole. E’ importante sottolineare che l'Aou di Sassari mette a disposizione di tutti i cittadini un importante servizio che consente a chi ancora non ha avuto modo di dichiarare la propria volontà in vita, di poterlo fare registrando la dichiarazione presso gli uffici del Cop», ha sottolineato la dottoressa Murgia. Il Cop si trova all’ospedale Santissima Annunziata a fianco al Cup, al primo sotto piano. E’ aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 20. Per i contatti: cell. 3384934758 - mail: coordinamento.donazioneorgani@aouss.it

Elezioni regionali 2024
Verso la nuova giunta

Alessandra Todde pronta a una rivoluzione, ed è già toto-assessorati

di Umberto Aime
Le nostre iniziative