La Nuova Sardegna

Concerti

Il 13 agosto Dromos porta Goran Bregovic a Neoneli insieme alla sua Wedding and Funeral Band

di Paolo Camedda
Il 13 agosto Dromos porta Goran Bregovic a Neoneli insieme alla sua Wedding and Funeral Band

Nuovo appuntamento estivo da non perdere nell’Oristanese

23 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Nuovo appuntamento estivo da non perdere per gli amanti della musica nell’Oristanese. Il festival Dromos svela ufficialmente il nome di un altro grande artista che arricchirà il cartellone degli eventi della ventiseiesima edizione: il 13 agosto, sul palco di Neoneli, in località S’Angelu, saranno di scena Goran Bregovic e la sua Wedding and Funeral Band. Il musicista e compositore bosniaco offrirà uno spettacolo che sarà una fusione di sonorità, dove confluiranno il folklore slavo, la polifonia sacra ortodossa e pulsazioni rock.

Accompagnato da trombe, tromboni, grancassa, clarinetto, sassofono e voci bulgare, regalerà agli spettatori un concerto tutto da vivere e ballare, tra successi storici del repertorio e nuovi brani tratti dagli album più recenti. Non mancheranno nemmeno alcune anticipazioni sul suo nuovo progetto in uscita. Goran, come detto, sarà affiancato dalla sua Wedding and Funeral Orchestra, gruppo eterogeneo di dimensioni variabili (da nove a diciannove elementi e fino a sessanta in occasioni speciali), con cui da più di vent’anni percorre tutti i continenti in un tour senza fine che fino ad oggi conta oltre tremila spettacoli.

Alle prese con chitarra e sintetizzatore ci sarà Bokan Stankovic, alle trombe Dragic Velickovic, al sax e al clarinetto Stojan Dimov, ai tromboni Aleksandar Rajkovic e Milos Mihajlovic, al goc (la grancassa tradizionale) Muharem Redžepi e le voci bulgare di Ludmila Radkova Trajkova e Daniela Radkova-Aleksandrova.

Il concerto di Goran Bregovic è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Neoneli, piccolo centro del Barigadu che rinnova la sua partecipazione al circuito tutto oristanese di Dromos. «Ribadiamo l’importanza di aderire ad un progetto di grande spessore qual è Dromos - sottolinea il sindaco Salvatore Cau – per il valore culturale che riveste e per la grande possibilità di visibilità esterna che offre a Neoneli e alle sue peculiarità culturali, identitarie ed enogastronomiche». I biglietti per l’evento costano 25 euro più diritti di prevendita, e si possono acquistare sul sito di Dromos, dove sono in vendita anche quelli per i concerti già annunciati precedentemente del quartetto di Brad Mehldau, Chris Potter, John Patitucci e Jonathan Blake (19 luglio) e della pianista giapponese Hiromi (20 luglio) all'anfiteatro di Tharros, di Jan Garbarek e Fatoumata Diawara a Oristano (rispettivamente il 27 e il 28 luglio), e di Roberto Fonseca a Donigala Fenughedu (2 agosto).

Attivo anche per lo spettacolo di Neoneli il bonus cultura Carta del docente, 18 App, Carta del Merito e Carta Giovani Sardegna. Nato nel 1950 a Sarajevo da madre serba e padre croato, Goran Bregovic ha conosciuto i primi grandi successi con i Bijelo Dugme, il gruppo rock da lui fondato nel 1974 e cresciuto costantemente in tutto l’Est Europa fino alla fine degli anni ottanta, con dodici album all’attivo venduti in milioni di copie e folle di spettatori a ogni concerto. Ma conoscerà il grande successo internazionale grazie al connubio con il cinema del regista Emir Kusturica. Bregovic realizza infatti le musiche per film come "Il tempo dei gitani" del 1988 (che gli ha permesso di affinare il suo senso della drammaturgia musicale e di lavorare sulla musica gitana), "Arizona dream" del 1993 (dove a cantare alcune canzoni della colonna sonora è Iggy Pop) e "Underground", pellicola Palma d’oro al Festival di Cannes nel 1995.

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative