Giù il sipario sul Cap d’any online

Con la diffusione sui social del video “T-Abbraccio” si concludono oggi i festeggiamenti del Comune

w ALGHERO. Si conclude oggi la 25^ edizione del Cap d'any, il calendario di eventi voluto da Comune e Fondazione Alghero, in collaborazione con varie associazioni, che ha caratterizzato il periodo natalizio nella Riviera del Corallo. Un’edizione particolare, trasmessa in streaming per i noti problemi legati all'emergenza Covid. A chiudere la serie di eventi sarà l'installazione T-abbraccio a cura dell'associazione Akròasis in collaborazione con l'ufficio delle politiche familiari. Lo speciale video di T-abbraccio, con la scenografia di Fabio Loi e il coordinamento di Giochedù di Eleonora Cattogno, verrà divulgato, questo pomeriggio alle ore 17, sui canali social di Alghero Turismo, Alghero Family e Lo Teatrì e, sul piccolo schermo, su Catalan Tv. Dunque un Cap d'Any diverso dal solito, che ha cercato di accorciare le distanze imposte dall'emergenza e che ha proposto un calendario coinvolgente, ricco di spettacoli e artisti d’eccellenza, senza dimenticare il grande lavoro degli arredi urbani, ad opera dell'artista Tonino Serra e degli studenti del liceo artistico, che hanno colorato la città fuori e dentro le mura.

Tra i big di quest’anno il duo Massimo Lopez e Tullio Solenghi, proposti da Festivalguer. Conferme anche per Mamatita Festival, casa di Babbo Natale, Lo Teatri, Teatro d'Inverno e Laborintus. Sul sito e i canali social di Alghero Turismo, la Fondazione Alghero ha voluto ripercorrere 25 anni di storia del capodanno algherese. In principio, grazie a una felice intuizione dell’allora commissario dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, Antonio Costantino, insieme al direttore Franco Serio, fu Piero Marras, nel 1995, a inaugurare quello che è diventato un appuntamento fisso. Il primo cap d'any fu festeggiato in piazza Sulis, poi, piazza Civica per un paio di edizioni, infine, visto il grande afflusso di pubblico, compresi tanti turisti, si scelse l'area portuale. Tra gli artisti che hanno calcato il palco del cap d'any in tutti questi anni, troviamo Caparezza, Edoardo Bennato, Alex Britti, Malika Ayane, Paola Turci, Enzo Avitabile, Umberto Smaila, Nek, Irene Grandi, Alexia, Kid Creole and The Coconuts, Negrita, Elio e le storie tese, Samuel dei Subsonica, Ofenbach, Deejay Time, Emis Killa, Roy Pace e Aretuska. «Un’edizione del Cap d'Any a distanza, ma ugualmente ricca di attrattiva - dice il sindaco Mario Conoci –. Non ci siamo fermati, abbiamo raddoppiato gli sforzi e abbattuto le distanze, portando nelle case gli eventi, con uno sguardo al futuro per farci trovare pronti a riprendere il ruolo da protagonista».

Dello stesso avviso il presidente della Fondazione Alghero Andrea Delogu: «Siamo riusciti a trascorrere queste festività con lo spirito giusto, in una città resiliente, arricchita di proiezioni e arredi urbani che hanno reso meno triste la quotidianità segnata dalle restrizioni». Infine l’assessore al turismo Marco Di Gangi: «Alghero vuole riprendere il percorso interrotto partendo da questa edizione che ci lascia molti spunti sui quali lavorare, con il coinvolgimento delle nostre realtà associative che rappresentano un valore unico sul puntare».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes