Snack di pecorino romano in dono agli scolari: si comincia a Ollolai

Educazione alimentare, parte nel cuore della Barbagia il progetto Snackorino. Il Consorzio: coinvolgerà tutta l’isola

OLLOLAI. Comincia dal cuore della Sardegna, a Ollolai, il progetto di educazione alimentare nelle scuole ideato dal Consorzio del Pecorino romano Dop. Con una convinzione di base: che a mangiare bene (e quindi sano) si impara da piccoli. E l’organismo di tutela del formaggio ovino più venduto ha ora un’idea promozionale che potrebbe servire come grimaldello per conquistare i bambini : lo Snackorino, porzioni da 20 grammi di di pecorino romano in formato snack, serviti come si fa ad esempio con i torroncini.

Saranno al centro di una campagna di educazione alimentare nelle scuole, a partire proprio da quelle di Ollolai, comune con cui il Consorzio ha già stretto un rapporto di collaborazione in occasione di Autunno in Barbagia per diffondere la cultura del consumo dei prodotti locali e, in particolare, del principale formaggio prodotto in Sardegna. La sua amministrazione ha per prima deciso di promuovere il prodotto direttamente nelle scuole materne, elementari e medie, regalando agli oltre cento alunni del suo presidio scolastico un sacchettino natalizio, rigorosamente rosso, con all'interno dieci snack di Pecorino Romano Dop. «Si tratta di un piccolo ma efficace modello di quello che tecnicamente si può definire un progetto di sovranità ed educazione alimentare, per insegnare ai nostri bambini a mangiare bene apprezzando i prodotti della nostra terra», dice il sindaco Efisio Arbau.

Lo Snackorino ha più o meno la stessa dimensione dell'oncia che veniva distribuita come razione quotidiana ai legionari romani. Serviva a dare dava forza e vigore ai soldati stanchi e oggi sappiamo perché: il Pecorino romano rappresenta una iniezione di energia ed è anche di facile digestione. In più, è naturalmente privo di lattosio. L’oncia dei nostri tempi servita ai piccoli “combattenti” sui banchi di scuola, è servita in una confezione maneggevole e facile da portare a lezione o anche in palestra per ristorarsi dopo lo sport.

«Quello di Ollolai è un modello, un progetto pilota che può essere replicato in tutta la Sardegna, ed è questo l’obiettivo al quale stiamo lavorando – dice il presidente del Consorzio Salvatore Palitta – La grande attenzione all’ambiente e la sostenibilità della produzione sono valori che ci guidano quotidianamente e che vogliamo trasferire ai nostri giovanissimi, anche attraverso un prodotto sano e gustoso. E dal sapore sicuramente unico».

Fin dal 2015 il Consorzio fornisce al Comune di Ollolai prodotti e materiale divulgativo per la tappa di Autunno in Barbagia che si tiene alla fine di novembre, chiamata "Impara S'Arte". In migliaia gustano dunque il Pecorino romano Dop ottenendo anche informazioni dettagliate nello stand della centrale piazza Marconi e nel Comune. Per la tappa 2019, il Consorzio e il Comune hanno rinnovato l'iniziativa lanciando proprio la novità Snackorino, col marchio del Consorzio, offerto a tutti i visitatori da associazioni di volontariato e da un gruppo di vivacissimi bambini delle locali scuole elementari. (a.palm.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes