“Alcohol and Drugs”, campagna della Polstrada

Al via da domani i controlli per contrastare la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di droghe

SASSARI. Sulle strade ogni giorno, per contrastare un fenomeno in continua crescita e che solo il lockdown (e in particolare il coprifuoco) è riuscito temporaneamente ad attenuare: la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe.

La polizia stradale in ogni fine settimana collezionava una trentina di denunce con annesso ritiro di patenti ai danni di conducenti sorpresi al volante ubriachi (o comunque con un tasso alcolemico oltre il limite consentito) o sotto l’effetto di droghe. Nelle ultime settimane, invece, con la riduzione della circolazione serale sono state contestate una quindicina di infrazioni.

Da domani e fino al 13 dicembre, è stata programmata la campagna europea congiunta “Alcohol and Drugs” e lo scopo è proprio quello di effettuare controlli per l’accertamento della guida in stato di ebbrezza o sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

A tal fine il Compartimento della polizia stradale ha predisposto in Sardegna controlli mirati, « attraverso l’utilizzo di precursori ed etilometri, per la verifica dello stato psicofisico nei confronti dei conducenti dei veicoli che percorreranno le strade dell’isola, con particolare attenzione anche ai conducenti dei mezzi pesanti e commerciali».

“Roadpol” è una rete di cooperazione tra le polizie stradali, nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale oggi aderiscono tutti i Paesi membri dell’Unione tra cui l’Italia rappresentata dal Servizio polizia stradale del ministero dell’Interno, tranne la Grecia e la Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia, la Turchia e in qualità di osservatore la Polizia dell’Emirato di Dubai (Emirati Arabi Uniti).

L’obiettivo dell’Organizzazione è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte con le altre Polizia Europee, i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo operativo “Roadpol”.

Anche nel territorio del Sassarese, la polizia stradale - guidata dal comandante Inti Piras - ha pianificato un programma di attività di controllo da svolgere nella settimana compresa tra il 7 e il 13 dicembre.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes