Domani l’Hermaea gioca in casa Per la prima volta c’è il pubblico

SASSARI. Ora che si è sbloccata la Geovillage Hermaea Olbia non vuole più fermarsi, e ci riprova domani (ore 17, Geovillage) in casa contro il Sassuolo, nel sesto turno del campionato di A2 femminile...

SASSARI. Ora che si è sbloccata la Geovillage Hermaea Olbia non vuole più fermarsi, e ci riprova domani (ore 17, Geovillage) in casa contro il Sassuolo, nel sesto turno del campionato di A2 femminile di pallavolo. Poco importa se le biancoblù devono affrontare la vice capolista del girone Ovest, perché la prima affermazione centrata mercoledì sera sul campo del Montale ha fornito loro una decisa iniezione di fiducia.

«Una partita da montagne russe – commenta l’opposta Piia Korhonen, migliore marcatrice con 20 punti – a momenti abbiamo espresso un ottimo gioco, in altri abbiamo fatto meno bene. Al quinto set la differenza l’ha fatta la voglia di vincere. Sono felice di riuscire a dare un contributo alla squadra, mi sto impegnando tanto ogni giorno per riuscire a entrare al meglio nei meccanismi della pallavolo italiana».

La sfida contro la Green Warriors Sassuolo delle ex Natasha Spinello e Sara Tajè si annuncia dura. Pur con un gruppo giovanissimo, dove la più esperta è la classe 1996 Dhimitriadhi, le neroverdi sono riuscite a macinare punti e bel gioco fino a issarsi al secondo posto in classifica. «Non dobbiamo badare alla posizione degli avversari – aggiunge la finlandese – dobbiamo giocare con la mente sgombra e fare il massimo per un’altra vittoria».

All’esordio in Italia, Korhonen è riuscita a calarsi molto rapidamente nella nuova realtà. «La A2 è ricca di atlete di talento, nelle prime gare siamo arrivate al quinto set, un sintomo di grande equilibrio». Dopo mesi finalmente il pubblico potrà finalmente tornare sugli spalti del Geopalace. «Sono contenta – conclude Korhonen – è molto importante sentire vicini i nostri tifosi, e sono certa che ci daranno una grande carica».

Fabio Fresu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes