Basket, finisce ai quarti l'avventura della Dinamo nella Final Eight

I sassaresi sconfitti dopo un overtime

SASSARI. La Dinamo va fuori al primo atto della Final Eight di Coppa Italia, sconfitta da Pesaro dopo un overtime 110-115. Avvio da incubo per il Banco, che subisce l'energia di Pesaro e la verve del duo Drell-Robinson. 4-16 in apnea dopo 5 minuti, per Pesaro segnano solo loro mentre la Dinamo cerca di carburare, e poi ci riesce, fondata su un Burnell che non segna ma fa tutto il resto. I sassaresi dopo un timeout del Poz cambiano atteggiamento e con un parziale di 14-0 mettono la testa davanti: 21-18, la partita è cambiata, il primo quarto si chiude sul 26-24 per i biancoblù che sfoggiano il Candeliere sulle maglia special ediction, e con un fallo tecnico fischiato a coach Pozzecco.

La Dinamo cavalca l'onda e surfa anche con le forze fresche: Treier, Kruslin e Katic firmano l'aggancio e l'allungo, sul +9: 38-29, la partita sembra ribaltata ma Pesaro è viva e rientra in gioco, senza magie ma con una costanza che paga, ed è controsorpasso: 38-41 e poi 40-44 per Pesaro al 16', con Justin Robinson già a 19 punti, e Bendzius cresce. Tutto da rifare. E' braccio di ferro, 47 pari con tecnico anche al coach di Pesaro Repesa, Spissu sale in cattedra e firma il 50-49, si va al riposo sul 53-49 per i Candelieri, che vogliono farli ballare.


Il rientro in campo è a tutta Dinamo, parziale di 10-1 e 63-80 (+13) propiziato da un nuovo equilibrio e da un Burnell che ha deciso anche di segnare. Pesaro non ci sta, Spissu neanche, il play sassarese va a 13 punti personali, Burnell impazza. 68-56 al 25'. Tyler Caine, l'unico vero lungo di Pesaro, fa il quarto fallo, Delfino resiste e porta a -6 i suoi, 25 per Robinson, Caine, e Pesaro a 1: dal 63-50 al 68-69 al 28'. Partita riaperta, partita apertissima con la Dinamo che non riesce più a segnare. Gentile da 3, due volte di fila, pasticci, buone difese, 76-69 Banco ma anche un tecnico a Gentile. Al 30' 76-70 per Sassari, che ha Burnell top scorer a quota 17, e Bendzius.

Ultimo quarto. A Bendzius risponde Robinson con una magia, è testa a testa col banco sopra ma di 3, 4, non più. Nervi. Pozzecco si prende il secondo tecnico ed è espulso, nonostante il tentativo di Burnell di stopparlo. 80-78 al 34', quinto fallo di Cain dall'altra parte, Bendzius da 3, risponde Fiipovic, 83-81 a 4' dalla fine e Happ, l'ultimo arrivato del Banco, risponde presente. Ma Pesaro è viva: 85-85 a 5' dalla fine. Bendzius a quota 19, tecnico a Pesaro ed è il quinto di Robinson, 27 punti finora. Senza la Usa star e senza Cain, resta un Banco presente: e una Pesaro indomita dal 90-85 al 90-92 per i marchigiani a -2, pari, sopra la Dinamo, equilibrio, su e giù e il cronometro corre, spunta Gerald Robinson, la Dinamo è sotto di 4 a -1'27" 92-96, Kruslin da 3 95-96, manca sempre meno, a -34" due liberi (antispotivo) per Bilan, che in lunetta firma il 96-96, ma Gentile fallisce l'attacco. Filloy a -14" da 3 la mette, 96-99, la Dinamo gira veloce, Pesaro non fa fallo e Gentile inventa un canestro folle, impossibile, per l'overtime. E sono scintille, è battaglia, con la Dinamo che fa e disfa, sopra e sotto, fallo in attacco di Bilan, Spissu da tre, difese e palle perse. Errori cari che costano ai biancoblù la sconfitta e l'uscita al primo turno dalla Final Eight. (mario carta)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes