La Nuova Sardegna

Sport

Il grande evento

Il 20 e 21 maggio a Golfo Aranci i Mondiali di nuoto in acque libere

Il 20 e 21 maggio a Golfo Aranci i Mondiali di nuoto in acque libere

Ma già il 18 e 19 maggio i 150 atleti delle nazionali saranno nell’isola per gli allenamenti in piscina e in mare

10 marzo 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Golfo Aranci Il 20 e 21 maggio i Mondiali di nuoto in Acque libere World Acquatics fanno tappa a Golfo Aranci. L’Aquatic Team Freedom presieduto da Silvia Fioravanti ha trovato nella Federazione italiana nuoto e nel Comitato regionale coordinato da Danilo Russu due alleati indispensabili per tentare il gran balzo in avanti. E poi c’è l’appoggio incondizionato di Gregorio Paltrinieri, nuotatore dal successo costante e mai pago che nelle acque sarde si esalta, trovandole inimitabili per come riflettono limpidamente cieli e fondali.

Decisivo l’idillio maturato con la municipalità golfarancina che non vede l’ora di salutare una marea di atleti, tecnici, dirigenti che nel corso della due giorni dovrebbe aggirarsi intorno alle 400 unità. E anche la Regione  applaude all’iniziativa che farà conoscere gli antri più suggestivi della Gallura a una nuova fetta di potenziali fruitori.

In realtà l’evento parte con un prologo: il 18 e 19 maggio atleti e atlete delle Nazionali presenti, circa 150, saranno già nell’isola per gli allenamenti in piscina e al mare.

E non sarà l’unica volta che le migliori bracciate del globo terrestre potranno sculacciare il mare sardo perché esiste già l’opzione per il 2024. Un’incoronazione che premia i sacrifici affrontati: il vecchio continente accoglierà tre tappe sulle sette calendarizzate: Golfo Aranci, Setubal, Paris. Ma lo specchio d’acqua del nord Sardegna attirerà l’attenzione degli specialisti in quanto c’è in ballo la qualificazione ai mondiali di Fukuoka del 20-26 luglio 2023.

La sfilata sul pontile da parte dei fondisti precede la partenza prevista alle 9 per il settore maschile e alle 11.15 per quello femminile. Subito dopo la sempre suggestiva cerimonia di premiazione. Le novità proseguono: sempre sabato, ma nel pomeriggio, tutti i tesserati Master e Agonisti possono immergersi nelle stesse acque, sapendo di competere in una gara (3 km) inserita nel circuito internazionale. Questa soluzione inedita catalizzerà l’attenzione dei tanti appassionati che presumibilmente resteranno anche il giorno dopo per assistere, con inizio alle 9:00, alla staffetta 4X1500 riservata alle selezioni delle trenta nazioni iscritte per poi prendere parte la gara Master e Agonisti con 1800 metri da coprire.

Il lungomare di Golfo Aranci si affollerà di ulteriori presenze perché sono attese le rappresentative di dodici comitati regionali, pronte anche loro ad aggredire flutti e salsedine e a fare il tifo per i propri connazionali che devono difendere il titolo mondiale e quello continentale meritatamente conquistato la scorsa stagione.

In Primo Piano
L’emergenza

Campagne invase dai cinghiali: agricoltori sul piede di guerra

di Salvatore Santoni

Video

Viaggio nel laboratorio artigiano algherese delle tavole da surf richieste in tutto il mondo

Le nostre iniziative