La Nuova Sardegna

buongusto
@rabarbaroecannella

Cecilia Dessole, stilista e pasticcera

di Federico Spano
Cecilia Dessole, stilista e pasticcera

I suoi dolci tra Francia e Sardegna

26 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Fa la stilista da 30 anni e l’amore per il bello, per l’estetica e per i colori riesce a portalo nei suoi dolci e nei piatti della sua cucina. Cecilia Dessole è sassarese, ma ha trascorso la sua infanzia tra la Sardegna, la Lombardia e il Piemonte, vivendo poi per oltre 20 anni tra Parigi, dove è stata stilista e docente di storia della moda, e Cannes, dove aveva una gioielleria. Una decina d’anni fa è tornata nella sua Sassari, continuando a fare la stilista, disegnando collezioni per diverse case di moda, e realizzando gioielli. Durante la pandemia, ha deciso di unire le due grandi passioni della sua vita, la fotografia e la cucina, creando l’account Instagram @rabarbaroecannella.

«Circa 12 anni fa ho avuto problemi di salute ed è venuta fuori una intolleranza al lattosio - racconta Cecilia Dessole -, il mio primo pensiero è stato: come farò a mangiare dolci? Cosa potrà essere la vita senza un dolce? Allora mi sono dovuta orientare sulla pasticceria vegana e macrobiotica, i sapori erano buoni ma mancava la leggerezza. Spinta dalla necessità di appagare il mio palato, ho iniziato a studiare, a provare, a sbagliare e alla fine sono riuscita a realizzare ricette senza lattosio, buone e belle. L'estetica per me è fondamentale. L’esperienza francese per me è stata importantissima, perché mi si è aperto un mondo: le pasticcerie francesi sono pazzesche, i dolci sono bellissimi».

I dolci preferiti da Cecilia Dessole sono la millesfoglie e la crème brûlée. «Mi piace rielaborare le ricette per personalizzare in base ai miei gusti - continua la stilista -. Il mio pezzo forte è comunque la crema pasticcera. Pochi usano la bacca di vaniglia».

Uno dei post che ha avuto più successo sull’account Instagram di Cecilia Dessole c’è il dolce chiamato Croquembouche. «È un dolce francese ed è una delle mie specialità - spiega l’artista sassarese -, si tratta di bignè uniti col caramello, che creano varie forme».

Durante il periodo della pandemia, quando tutte le attività erano chiuse, Cecilia Dessole ha avuto modo di dare sfogo alla sua passione per la pasticceria realizzando dolci per gli amici. «Tutte le persone che mi conoscono sanno che faccio dolci - ricorda l’artista -, quindi ho iniziato ad avere varie richieste. Dalle torte hanno iniziato a chiedermi piccoli catering. Io li preparo perché è la mia passione, ma anche per avere un dolce in più da fotografare. Sostanzialmente, i dolci li faccio per gli amici, li fotografo e li regalo».

Nonostante tanti anni passati all’estero, Cecilia ha nella cucina fortissimi legami con la sua isola. «Nei miei dolci c'è anche la Sardegna - spiega - Realizzo una variante dei papassini, con noci tostate e fichi secchi che lascio ammorbidire nell'acqua vite (che evapora in cottura), e che sono piaciuti tanto. Ma preparo anche le tiricche e altre specialità sarde, sempre con un tocco personale».

In Primo Piano
Baronia

Spari nella sede del consorzio di bonifica di Siniscola, il consigliere comunale Giovanni Bomboi è ricercato dai carabinieri

di Sergio Secci
Le nostre iniziative